LA BASILICA E’ PARTE DI TE!

Quest’anno c’è sul fuoco un progetto che coinvolge l’Istituto I.S. Falcone e tutta la comunità.

Si tratta del restauro della Basilica di Santa Maria Assunta di Gallarate.

I lavori sono iniziati a Luglio 2016 con l’allestimento del primo lotto e termineranno a Marzo 2018. La direzione dei lavori è affidata all’azienda Gasparoli S.r.l. che ha deciso di coinvolgere tutte le scuole della città per far partecipare non soltanto la comunità cristiana ma anche gli studenti e le loro famiglie.

Gli interventi di conservazione e restauro della Basilica sono non soltanto un’attività di valorizzazione (che consiste nell’esercizio di tutte quelle attività dirette a promuoverne la conoscenza e ad assicurarne le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione) ma anche di comunicazione: “non si può conservare se non ciò che si ha a cuore”.

In un’ottica di conoscenza, coinvolgimento e soprattutto partecipazione attiva,

l’I.S. Falcone ha deciso di dare piena adesione al progetto.

I contributi del Falcone, durante tutte le fasi del restauro, saranno numerosi!

Siamo partiti con la preziosa collaborazione della classe 3^CT (tecnico-grafico) che, con la Prof.ssa Savino Francesca, ha realizzato il flyer illustrativo degli interventi di restauro previsti, corredato di foto documentative di alcune fasi di lavoro e della storia della Basilica. I ragazzi hanno partecipato con entusiasmo: divisi in gruppi hanno realizzato bozzetti preparatori e cartelloni; hanno studiato la composizione e con l’ausilio di programmi di grafica hanno prodotto il lavoro finale.

Tante sono le carte da giocare in questo progetto!

I ragazzi dell’indirizzo fotografico daranno una chiave di lettura molto particolare della Chiesa e con il loro sopralluogo ci avvicineranno al loro modo di “vedere” il restauro. Proprio in questi giorni infatti le classi coinvolte (4^APF e 4^BPF con i docenti Raffaele Luongo e Cristina Serra) stanno realizzando il sopralluogo ed esplorando le numerose possibilità di racconto.

Le riprese video dei lavori saranno effettuate da alcuni ragazzi della classe 4 ^BT accompagnati dal docente Zuccotti Cristiano. Il loro contributo sarà altrettanto interessante e ci darà una visione del tutto inedita.

Non vi resta che rimanere in attesa…questo è solo l’inizio di un GRANDE progetto!

Gran Premio della Liberazione e Carmelo Foti

Si affaccia sulla ribalta Carmelo Foti, diplomato tecnico della ristorazione nell’IS Falcone del luglio del 2014.

Sospinto da una grande passione ciclistica, il giovane calabrese cresciuto nell’ambiente varesino aveva già colto tante affermazioni nelle categorie più giovanili equilibrando gli studi con gli allenamenti e le gare. Studente di sala, a scuola era facile vedere Melo (così ama farsi chiamare) in divisa alberghiera impegnato a distribuire le portate tra i tavoli, pronto al servizio e lesto d’intesa. Adesso corre tra i dilettanti, nella fondata speranza di diventare professionista e poter disputare un giorno il Giro d’Italia e la Milano-Sanremo, come dimostra il quinto posto nella gara internazionale più importante per la sua categoria, il Gran Premio della Liberazione svoltosi il 25 aprile scorso tra le mura della antica Roma. Si è sempre occupata di lui la stampa locale, e adesso La Prealpina gli ha dedicato un ampio articolo per la gara romana. Foti ha eccellenti doti di scattista e si trova a suo agio nei percorsi accidentati e difficili; vederlo correre entusiasma ed insorge vibrante l’incitazione: “Forza Melooooo”!
Lo segue e lo sostiene il nostro Professor Mantica, anch’egli calabrese e da sempre avvinto al ciclismo, la dirigente Marina Bianchi, il vicepreside Gomaraschi, appassionato ciclista, ed i tanti docenti e compagni che ha avuti negli anni trascorsi nella scuola alberghiera.
Nella stessa squadra, Cipollini Iseo Serrature Rime, corre anche un altro ragazzo del Falcone, il giovane Michael Morandi, diplomato del regionale, che attende di maturare per le grandi salite, quelle che hanno tratteggiato l’epica del ciclismo.

Gabriele Vanetti – “L’eco di Chernobyl”

Il giorno 22 aprile il fotografo Gabriele Vanetti ha presentato, agli alunni del Fotografico, la sua mostra “L’eco di Chernobyl”.
Nel ricordare il  tragico evento  del 26 aprile 1986, nel trentesimo anniversario, si consiglia la visione degli scatti a tutte le classi dell’Istituto.
Le fotografie saranno presenti fino al 07 maggio presso la sala conferenze, le classi interessate possono anche chiedere una visita guidata agli alunni dell’indirizzo, concordando con il Referente Castelli.
 la ds Marina Bianchi 

http://www.varesenews.it/2016/04/chernobyl-la-mostra-per-ricordare-che-apre-nel-trentennale/511971/

 

Una gita a Torino

Questo slideshow richiede JavaScript.

Giovedì, 14 Aprile, per le classi 2A e 2B Grafico e Comunicazione, è stato un giorno diverso. Gita ragazzi! Direzione Torino.

Partenza da Gallarate: ore 7.00.

Arrivati a Torino, dopo essere scesi dal pullman e aver recuperato ognuno le proprie cose, abbiamo avuto il piacere di conoscere la nostra guida, Alessia, che ci ha subito raccontato un po’ la storia della città e della dinastia dei Savoia.

Poi ci ha spiegato anche come, grazie ad una serie di portici, il sovrano riuscisse ad arrivare al fiume dal proprio palazzo ( Palazzo Madama ) senza mai uscirne.  Continua a leggere Una gita a Torino

RESOCONTO STAGE WÜRZBURG a.s 2015/16

Sabato 9 Aprile siamo rientrati in 25 dallo stage linguistico a Würzburg in Baviera (DE).

Noi ragazzi di 3^BPE, 3^BPS, 4^BPE, 4^BPS, 5^BPE, abbiamo partecipato con l’intento di approfondire la lingua tedesca, ma anche con la curiosità di scoprire un ambiente e una cultura differenti dalla nostra.

Il vivere in famiglia, all’interno di una città nuova, ci ha offerto l’opportunità di parlare ogni giorno il tedesco e consolidare/ampliare le nostre conoscenze linguistiche, anche grazie alle lezioni giornaliere (20 in totale) presso una scuola di lingua certificata.

Ogni giornata era suddivisa in due parti: le ore di lezione e la visita della cittadina, relativi monumenti e attrazioni, anche della città vicine. Abbiamo avuto l’occasione, con l’aiuto di guide competenti, di visitare il centro storico di Würzburg, la fortezza di Marienberg, la fabbrica della birra (Distellhäuser Brauerei), i caratteristici edifici religiosi in stile barocco e roccocò, il museo della birra a Bamberga.

Le serate erano all’insegna del sano divertimento e della compagnia, sia della famiglia ospitante che tra noi.

Al termine del soggiorno a Würzburg, sia noi ragazzi che le professoresse Tomasini e Proto, siamo rimasti soddisfatti di questa esperienza che ha saputo conciliare la collaborazione, il divertimento, la voglia di conoscere, di instaurare o approfondire rapporti di amicizia anche all’interno delle famiglie ospitanti.

Di certo ognuno di noi porterà con sé quest’avventura nel suo bagaglio culturale e nei suoi ricordi.

 Giorgetti Ines 3BPE

Swiss Education Group: Una grande opportunità dopo la scuola

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Istituto svizzero è leader nel settore dell’ospitalità alberghiera e dal 1982 forma manager professionisti provenienti da tutto il mondo. Capiamo meglio questa realtà con un’intervista al Prof. Savoini.

Ogni giorno siamo chiamati a fare delle scelte. E, si sa, non è facile, soprattutto quando queste riguardano il proprio futuro. Gli alunni che frequentano le classi quinte sono tenuti a scegliere, di nuovo, cosa fare della propria vita dopo la scuola.

Le opzioni sono tante: cercare un lavoro che sia soddisfacente e che piace, oppure cercare un lavoro non troppo appagante ma che, comunque, permetta di avere qualche soldo in più in tasca; andare all’estero in cerca di fortuna, o, ancora, proseguire gli studi con la speranza di realizzare i propri sogni. Continua a leggere Swiss Education Group: Una grande opportunità dopo la scuola

Fà la cosa giusta

Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili

In occasione della 13° edizione della Fiera Nazionale sul consumo critico e stili di vita sostenibili, tenutasi a Fieramilanocity dal 18/03 al 20/03, i nostri alunni indirizzo alberghiero hanno proposto la “dieta mediterranea” come modello sano e sostenibile per l’ambiente ricevendo notevole riscontro e approvazione dai visitatori. Ciò ha destato anche l’attenzione del periodico on line “il gazzettino di calabria” il quale ha dedicato un articolo in data 22/03/2016. Continua a leggere Fà la cosa giusta